News

Europei salvamento, pioggia di medaglie per Helene Giovanelli

Sono ben 5 le medaglie conquistate da Helene Giovanelli (Amici Nuoto Riva) nelle gare in piscina all'Europeo Open di nuoto per salvamento che si sta tenendo in questi giorni a Bruges, in Belgio. La trentina, convocata in nazionale insieme alla compagna di squadra Cornelia Rigatti, nelle prime due giornate di gara è riuscita a salire per ben 5 volte sul podio, battendo anche diversi record:
- Bronzo nei 50 manichino (record italiano in batteria 33"53)
- Argento nei 100 percorso misto (record italiano 1'07"86)
- Argento nella staffetta 4x25 manichino (record italiano 1'18"30)
- Argento nella staffetta 4x50 mista femminile
- Oro nella staffetta 4x50 ostacoli

Dal comunicato di Amici Nuoto Riva:

Continuano ad arrivare successi dal nuoto per salvamento, che ha ufficialmente chiuso la stagione 2022/2023, ai campionati europei disputati nella settimana appena conclusa tra la vasca da 50 metri coperta di Bruges e la spiaggia di Blankenberge con la partecipazione delle azzurre Helene Giovanelli e Cornelia Rigatti (entrambe tesserate Amici Nuoto Riva).
Dalla piscina arrivano 5 medaglie (1 oro, 3 argenti e 1 bronzo) e 3 record italiani per Helene Giovanelli, in particolare a livello individuale ottiene l’argento nei 100 percorso misto con 1.07.86 (1.09.96 in eliminatoria) e abbassando il precedente record italiano della distanza di 1.08.60. Da sottolineare che il tempo di Helene è seconda prestazione mondiale di sempre, impreziosito dal fatto che solo 2 donne al mondo sono riuscite a scendere sotto il muro del minuto e 8 secondi. Altra medaglia individuale è il bronzo nei 50 manichino con 33.68, ma che in eliminatoria con 33.53 migliora il record italiano che già le apparteneva di 33.62. Le altre medaglie arrivano dalle staffette oro nella 4x50 ostacoli in 1.49.92 con Lucrezia Fabretti, Francesca Pasquino e Maddalena Daraio; argenti nelle altre due staffette 4x25 manichino con record italiano in 1.18.30 (oro alla Germania in 1.17.27) e 4x50 mista con 1.39.59 (oro alla Germania in 1.38.24).
Gli altri piazzamenti individuali per Giovanelli sono stati in piscina nei 200 ostacoli 8a con primato personale di 2.12.56 e in mare il 9° posto nel frangente; mentre nelle staffette oceaniche due ottavi posti nella 4x90 sprint sulla spiaggia e nella torpedo.
Per Cornelia Rigatti, specialista delle prove oceaniche, il miglior risultato individuale è stato il 4° posto nella tavola a cui seguono il 6° nell’oceanwoman (nuoto, tavola, canoa, corsa) e il 7° nella canoa. Nelle staffette il miglior risultato è il 4° posto nell’oceanwoman con Valentina Pasquino di corsa, Helene Giovanelli a nuoto, Maddalena Daraio in tavola e Cornelia Rigatti in canoa; ottiene anche due quinti posti nel lancio della corda (in piscina) con Maddalena Daraio e nel salvataggio tavola con Helene Giovanelli; il 10° posto nella Serc (simulated emergency response competition) gara mixed a squadre con scenario prestabilito per tutti i team in gara da svolgere in 2 minuti, che rappresenta il collegamento tra il soccorso acquatico e la disciplina sportiva agonistica, con Cornelia Rigatti nel ruolo di leader a coordinare i compagni azzurri Maddalena Daraio, Mattia Faccinti e Andrea Vivalda.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,859 sec.